I tuoi risultati di ricerca

Bonus idrico – Scadenza 30 giugno per la domanda del bonus rubinetti 2022

Pubblicato da VIVERE Real Estate sopra Giugno 9, 2022
| Blog
| 0

Tempo di lettura: 5 minuti

Il bonus idrico 2022, detto anche bonus rubinetti, offre la possibilità di ottenere un rimborso fino a 1000 euro in seguito all’acquisto di rubinetti e sanitari che contribuiscono al risparmio delle risorse energetiche. Se ancora non hai richiesto il bonus rubinetti 2022 e hai intenzione di farlo, affrettati! La domanda di rimborso per le spese sostenute nel 2021 scade il 30 giugno 2022.

Leggi l’articolo per sapere cos’è il bonus, chi può richiederlo, quali lavori interessa e come procedere nell’inoltro della richiesta.

 

Bonus rubinetti 2022 – Che cos’è

Il bonus idrico è un’agevolazione economica introdotta dal governo italiano nata per sostenere l’ambiente mediante il risparmio delle risorse idriche. Grazie al bonus rubinetti il risparmio dell’acqua è possibile, poiché si tratta di un contributo destinato a coloro che sostituiscono i vecchi rubinetti o sanitari con apparecchi di nuova generazione studiati per il rispetto dell’ambiente e un minore spreco delle risorse.

Chi ad esempio sceglie di sostituire i vecchi sanitari in ceramica con i nuovissimi apparecchi a scarico ridotto oppure chi sostituisce la rubinetteria, le colonne doccia o i soffioni con nuovi apparecchi a flusso d’acqua limitato può accedere al bonus.

Il bonus rubinetti 2022 copre le spese sostenute nel 2021, come da decreto ministeriale del 27 settembre 2021. È naturalmente necessario che le spese siano debitamente documentate; se ciò avviene, il rimborso può arrivare fino a 1000 euro.

Hai sostituito i tuoi sanitari in ceramica e i tuoi vecchi rubinetti con dispositivi più moderni? Hai

tempo fino al 30 giugno 2022 per presentare la domanda per il bonus idrico.

 

Bonus idrico 2022 – Chi può richiederlo

Chi può beneficiare del bonus idrico 2022?

Possono accedere a questa agevolazione economica le persone maggiorenni residenti in Italia, aventi il diritto di proprietà o altro diritto reale su edifici già esistenti, parti di essi oppure singole unità immobiliari, che nel corso del 2021 abbiano effettuato interventi di sostituzione di vasi sanitari in ceramica con le nuove tipologie di apparecchi a scarico ridotto e di apparecchiature già esistenti di rubinetteria, soffioni doccia e colonne doccia con i più nuovi dispositivi che consentono di limitare il flusso dell’acqua.

Il bonus rubinetti:

  • può essere richiesto una sola volta;
  • può essere richiesto relativamente ad un unico immobile;
  • è un bonus alternativo e non cumulabile con altre agevolazioni fiscali relative alla posa in opera, fornitura e installazione degli stessi beni.

 

Bonus idrico – Quali lavori interessa e quali esclude

Se vuoi richiedere il bonus rubinetti entro il 30 giugno 2022, considera che riguarda le seguenti spese:

  • la posa in opera e la fornitura di vasi sanitari realizzati in ceramica aventi un volume massimo di scarico pari o inferiore a 6 litri e relativi sistemi di scarico. Sono incluse le opere idrauliche e murarie collegate, la dismissione e smontaggio dei vecchi apparecchi preesistenti;
  • la fornitura e l’installazione di rubinetti e miscelatori, sia per il bagno sia per la cucina, inclusi gli apparecchi destinati al controllo del flusso dell’acqua aventi una portata pari o inferiore a 6 litri al minuto, e di soffioni e colonne doccia che possiedono valori di portata di acqua uguale o inferiore a 9 litri al minuto, incluse le opere idrauliche e murarie eventualmente collegate e smontaggio e dismissione relativi ai sistemi già esistenti.

Sono invece escluse dal bonus rubinetti le spese relative:

  • al bidet;
  • al piatto doccia;
  • al sedile wc e al copri vaso;
  • al box doccia avente la colonna integrata;
  • alla sostituzione del solo vaso in ceramica senza la sostituzione della cassetta di scarico, perché la normativa prevede la sostituzione di entrambi;
  • ai lavandini;
  • all’installazione di autoclave e serbatoio di accumulo (avendo la residenza in area con carenza idrica);
  • alla placca di comando (il rimborso è invece possibile per la cassetta di scarico);
  • alle opere edili e di finitura connesse alla sostituzione di vasca esistente con piatto doccia.

 

Bonus rubinetti 2022 – Come richiederlo

Se stai pensando di richiedere il bonus idrico ricorda quindi che manca poco: hai tempo fino al 30 giugno 2022. Solo fino a questa data potrai chiedere il rimborso delle spese sostenute dall’1 gennaio al 31 dicembre 2021.

Per accedere al bonus rubinetti collegati al sito web dedicato a questa agevolazione https://www.bonusidricomite.it del Ministero della Transizione Ecologica. Per l’inoltro della domanda ti sarà richiesto lo SPID o la carta d’identità elettronica (CIE) e potrai accedere alla piattaforma. In caso necessiti di chiarimenti sulla misura potrai consultare le faq e poi procedere all’inoltro della domanda online fornendo le seguenti dichiarazioni di autocertificazione:

  • importo della spesa;
  • quantità del bene e specifiche della posa in opera o istallazione;
  • specifiche tecniche degli apparecchi;
  • identificativo catastale dell’immobile per il quale è stato richiesto il rimborso;
  • dichiarazione di non aver beneficiato di ulteriori agevolazioni per la fornitura, posa in opera e per l’installazione dei medesimi beni;
  • IBAN per l’accredito del rimborso;
  • indicazione del titolo giuridico per il quale si richiede il bonus (es. proprietario, usufruttuario o altro);
  • attestazione del richiedente, se non si tratta del proprietario o comproprietario, degli estremi del contratto da cui trae titolo;
  • attestazione di avvenuta comunicazione al cointestatario o proprietario, della volontà di fruire dell’agevolazione.
  • copia della fattura elettronica oppure del documento commerciale nel quale è inserito il codice fiscale di chi richiede il credito.

 

Hai apportato degli interventi grazie ai quali puoi richiedere il bonus idrico e vuoi avere maggiori informazioni? Contatta VIVERE Real Estate e avrai ulteriori chiarimenti sull’agevolazione. Tieni conto che la richiesta scade il 30 giugno 2022!

Chiamaci al numero 06 40060368 o compila il modulo qui: CONTATTI

Continua a leggere gli altri articoli del nostro BLOG

lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

  • I nostri immobili

  • Ricerca avanzata

Confronto immobili