I tuoi risultati di ricerca

Manutenzione piscina – Come gestire la tua piscina privata

Pubblicato da VIVERE Real Estate sopra Agosto 24, 2022
| Blog
| 0

Se ti chiedi come fare la manutenzione della piscina probabilmente hai già una villa con piscina o stai pensando di dare un valore aggiunto alla tua casa con giardino con una piscina fuori terra o interrata. Avere una piscina nella propria abitazione è bellissimo, ma è importante sapere come mantenerla e gestirla al meglio affinché fare un bagno rigenerante nell’acqua pulita sia davvero un piacere!

Manutenzione piscina – Sanificare l’acqua

Per fare una corretta manutenzione ordinaria della piscina l’aspetto più importante è senza dubbio relativo alle operazioni di pulizia a partire dall’acqua. È essenziale che l’acqua della piscina dentro la quale immergersi per rilassarsi e rinfrescarsi nelle calde giornate estive sia sempre ben sanificata per preservare la nostra salute. Che la piscina da mantenere sia interrata o fuori terra, le regole generali sono simili.

Quali sono i parametri che garantiscono una adeguata sanificazione dell’acqua della piscina?

  • Controllo dei valori di acqua e cloro. Monitorare periodicamente i valori del ph dell’acqua e la quantità di cloro rientra tra le attività essenziali per la manutenzione della piscina. È possibile controllarli mediante strumenti manuali o dispositivi automatici. Per quanto riguarda il ph è bene che sia compreso tra 7,2 e 7,6, per quanto riguarda il cloro è invece consigliabile effettuare il cosiddetto trattamento d’urto al cloro che elimina le impurità. Si tratta di un processo ossidante che disinfetta l’acqua: è consigliato farlo ad inizio stagione e poi ogni quindici giorni per una pulizia costante ed efficace.
  • Pulizia del filtro della piscina. Per mantenere la piscina pulita evitando impurità, batteri, funghi e anche la presenza di eventuali animaletti come moscerini o zanzare, è importante pulire il filtro della piscina. Esistono diverse tipologie di filtri; il filtro a sabbia è uno dei più diffusi, ma per la manutenzione della piscina puoi utilizzare anche quello a vetro o a cartuccia. Dopo aver pulito correttamente il filtro, in modo differente in base alla tipologia, bisogna ricontrollare i valori dell’acqua e assicurarsi che il ph vada da 7,2 a 7,6.
  • Pulizia dell’elemento filtrante. Se l’elemento filtrante è la sabbia, è consigliabile la pulizia almeno una volta a settimana, nel caso di altri elementi filtranti è possibile lavare l’elemento filtrante anche ogni tre o quatto settimane.
  • Pulizia del pre-filtro pompa. Per una corretta manutenzione della tua piscina è inoltre importante pulire il pre-filtro, ovvero un cestello presente nella parte anteriore della pompa della piscina che raccoglie tutto il materiale che entra in acqua erroneamente.

Mantenere la piscina – Cambio del materiale filtrante

Se per la manutenzione della piscina è necessario periodicamente pulire il filtro e l’elemento filtrante, è importante ricordare che quest’ultimo va in ogni caso non solo pulito, ma sostituito dopo un periodo di tempo. Se il materiale filtrante è la sabbia, ad esempio, questa va controllata annualmente almeno una volta. La sostituzione completa del materiale filtrante varia come tempistiche in base al tipo di materiale e nel caso della sabbia in genere è bene farla ogni tre o quattro anni.

Manutenzione della piscina – Pulizia completa

Per una manutenzione della piscina corretta è importante non solo curare tutti gli aspetti legati alla sanificazione dell’acqua nella quale immergersi dopo una giornata di lavoro o una di completo relax. Bisogna fare una pulizia completa di tutta la piscina, che oltre all’acqua comprende la pulizia:

  • delle pareti;
  • del fondo;
  • della scaletta.

Si tratta di una pulizia generale che puoi fare in modo manuale o avvalendoti di un robot pulitore.

Puoi pulire manualmente la piscina utilizzando l’aspirafango, uno strumento che dovrai aver cura di passare su tutte le superfici della piscina. Con la pulizia manuale naturalmente impiegherai più tempo rispetto alla pulizia della piscina mediante un robot pulitore: un robot automatizzato che pulisce in modo autonomo il fondo e le pareti della piscina, rimuovendo tutto ciò che di sporco trova nel suo percorso. Basta collegare il robot a una presa di corrente e premere il tasto di avvio per farlo funzionare. È molto comodo, quindi, per ottimizzare i tempi e non doversi dedicare in prima persona alla pulizia della piscina. L’unico elemento che non è in grado di pulire è la scaletta, per via della sua forma, dunque anche utilizzando un robot pulitore per piscina dovrai comunque pulire la scaletta.

In generale i migliori alleati per la pulizia della piscina sono il robot pulitore, il retino, la scopa aspirante e la spazzola per la linea d’acqua.

Come mantenere la piscina – Ricambio dell’acqua

Ad inizio stagione è consigliato fare un ricambio di acqua totale o in ogni caso almeno di 2/3 per poter abbattere le concentrazioni chimiche. In generale tieni conto che cambiare l’acqua costa meno dell’acquisto dei prodotti chimici utili per mantenere pulita la vecchia acqua. Si può utilizzare l’acqua di acquedotto o l’acqua assimilabile, già pretrattata e di conseguenza priva di batteri dannosi e difficili da trattare con prodotti chimici.

L’acqua di pozzo invece non è particolarmente indicata in quanto solitamente molto carica di nitriti, nitrati e calcare: trattarla e riportarla a livelli adeguati può essere molto difficile.

Oltre ad inizio stagione, certamente effettuare rimbocchi con acqua di acquedotto nella piscina durante il corso della stagione, ad esempio una volta al mese, può portare dei benefici alla tua piscina.

Manutenzione piscina – L’invernaggio

Se a fine estate prepari la piscina in modo adeguato per l’inverno, puoi mantenere l’acqua limpida e riuscire a non cambiarla completamente. In generale per una corretta manutenzione della piscina, l’inverno conviene lasciarla almeno in parte riempita d’acqua. Ciò consente di prevenire che le acque al di sotto della piscina alzino la piscina o la membrana della quale si compone. La presenza dell’acqua, inoltre, appesantisce la membrana, che in tal modo resta nella posizione giusta, impedendo la formazione di eventuali pieghe o difformità. Puoi comunque svuotare completamente la piscina se hai una piscina interrata in cemento, ma ciò non è possibile nel caso di piscine in poliestere o in PVC, per le quali è essenziale mantenere l’acqua tutto l’anno.

È buona norma usare una copertura per piscina per evitare che foglie, animaletti o sporcizia vi entrino dentro e per preservare il materiale della piscina dai raggi UV del sole.

 

Questi alcuni dei principali consigli per effettuare la manutenzione di una piscina. Vuoi avere maggiori informazioni sulla gestione di una piscina o sei alla ricerca di una villa con giardino e piscina? Contatta VIVERE Real Estate! Chiamaci al numero 06 40060368 o compila il modulo qui: CONTATTI

 

Continua a leggere gli altri articoli del nostro BLOG

lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

  • I nostri immobili

  • Ricerca avanzata

Confronto immobili